RePiave
RePiave
Un nuovo corso per il Basso Piave

ASD Educazione Piavense

Contatti
Telefono:
3404040507
Indirizzo:
Sede legale: Via Centenario 87, 30027 - San Donà di Piave (VE)
Sede operativa: Via Feltre 16, 30027 - San Donà di PIave (VE)
E-mail:
favrettosimone1707@gmail.com
Social:
Servizi:
Arti marziali, Brazilian Jiu Jitsu-Grappling, Kick boxing, Wing Chun

L’Associazione e la sua storia

ASD Educazione Piavense nasce dalla fusione di due team sportivi, e al suo interno annovera tre tecnici Coni ciascuno di essi con la propria peculiarità e arte marziale di riferimento.

Le arti marziali studiate sono Wing Chun con il tecnico Alessandro Frasson, Kick Boxing con l’istruttore Alvise Quintavalle e Brazilian Jiu Jitsu/Grappling con l’istruttore Simone Favretto. Tre diverse scuole di pensiero col comune denominatore della crescita personale attraverso sport e valori, attività a loro avviso ben diversa dal mero “menar le mani” o dal comune tenersi in forma. “Mens sana in corpore sano”, è una questione di spirito.

Gli istruttori si considerano in primis educatori. Avendo anche classi rivolte ai più piccoli, per loro il binomio sport-educazione, che oggigiorno viene spesso tralasciato per fini lucrativi, è divenuto sempre più necessario e automatico.

Il gruppo è anche impegnato nel sociale e unito ad AIDO, «appunto perché lo sportivo, come homo novus, ha da essere portatore di valori spesso abbandonati, la finalità della nostra opera è dar qualcosa agli altri, e in ciò nasce un percorso di scoperta e consapevolezza».

 

 

Situazione attuale

In questo periodo particolare nel quale gli sport, soprattutto quelli di contatto e le arti marziali, sono stati messi in pausa, gli istruttori si sono organizzati con modalità di allenamento volte a praticare i movimenti specifici delle discipline e a conservare lo stato fisico e mentale raggiunto in precedenza. Così facendo, è stato possibile mantenere i risultati cui si era giunti prima del lockdown, sia a livello di fisico che di tecnica.

 

 

Gli iscritti si allenano da casa seguendo un programma specifico oppure attraverso videolezioni fruendo delle piattaforme online oggi in voga. Nell’attesa di un ritorno graduale alla normalità e seguendo le nuove linee guida, l’associazione sta lavorando per creare dei protocolli di allenamento specifici che possano garantire la distanza consentita per legge, ma che permettano allo stesso tempo di adoperare le tecniche caratteristiche delle attività sportive di riferimento.

 

 

Iniziative per ripartire

L’Associazione sta studiando nuove modalità di allenamento all’aperto che uniscano l’esercizio fisico a quello mentale, in modo tale da poter mantenere l’essenziale attitudine a mettersi in gioco, imparando a conoscere e superare i propri limiti.

«Sicuramente non è facile, ad oggi, indovinare o trovare un modo sicuro di ripresa, ma nulla è semplice e nulla è stato scritto, la storia s’ha da fare», commentano gli istruttori.